Carlo Guelfi italiensk baryton

Carlo Guelfi - baryton Carlo Guelfi - baryton

Nato a Roma, studia canto con lo zio paterno, M° Renato Guelfi. Vince il Concorso Adriano Pertile. Da allora ha iniziato una straordinaria e brillantissima carriera collaborando con i maggiori teatri ed istituzioni musicali del mondo tanto da imporsi come il più grande baritono della sua generazione.

Carlo Guelfi

Il colore scuro della voce, la nobiltà nel porgere, la proverbiale dizione, la grande facilità nel canto legato, il sapiente uso della mezza voce uniti ad una notevole presenza scenica, lo hanno imposto sulla scena mondiale quale interprete di riferimento del repertorio verdiano e verista.

La schiera dei grandi personaggi verdiani si è ulteriormente arricchita con i debutti in “Nabucco” alla Fenice di Venezia e “Stiffelio” al Teatro Sao Carlos di Lisbona e impreziosita ulteriormente con il debutto in “Don Carlos”, direttore M° Metha, al Teatro Comunale di Firenze.

Si andranno così ad aggiungere ai già noti “Rigoletto” e “Simon Boccanegra”, del quale rimane, come prezioso ricordo, nella recente uscita in DVD la famosa edizione del Maggio Musicale Fiorentino diretto dal M° Claudio Abbado, “Macbeth”, “Otello” con il quale ha inaugurato la stagione 2004/2005  al Metropolitan di New York sotto la direzione del M° Levine, “Un Ballo in Maschera”, “Trovatore” inciso anche per la DECCA, “Traviata”, etc.

Accanto alla produzione verdiana si ricordano i grandi personaggi veristi, quali “Scarpia” in “Tosca”, recentemente ripresa con grande successo alla Scala e incisa anche per la DECCA con la direzione del M° Metha, “Gerard” in “Andrea Chenier” (Tokyo, Bologna), “Rance” in “Fanciulla del West”, di “Michele” in “Tabarro” inciso per la EMI, direttore M° Pappano e di “Gianni Schicchi”, direttore M° Gelmetti, con il quale ha inaugurato la stagione 2002 del Teatro dell’Opera di Roma interpretando nella stessa serata i due grandi ruoli del Trittico pucciniano alla stregua dei grandi baritoni del passato, riuscendo con grande maestria a passare dalle tinte nere e drammatiche di “Tabarro” a quelle ironiche e buffe di “Gianni Schicchi”. “Aida”, Teatro alla Scala (Inaugurazione stag.2006/07), “Tosca”, (Deutsche Staatsoper Berlin, Teatro Massimo Palermo, Teatro la Fenice), “Nabucco”, Terme di Caracalla, “I Pagliacci”, Terme di Caracalla, “La Cavalleria Rusticana” e “I pagliacci”, Teatro Real Madrid, “Adriana Lecouvreur”, Teatro alla Scala.

Ha collaborato con i più grandi direttori d’orchestra del mondo fra i quali: Claudio Abbado, Bruno Bartoletti, Leonard Bernstein, Gary Bertini, Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Gianluigi Gelmetti, Carlo Maria Giulini, James Levine, Jesus Lopez Cobos, Peter Maag, Lorin Maazel, Zubin Metha, Antonio Pappano, Christian Thielemann.

Incisioni ufficiali:

  • Tabarro – EMI – Dir. Pappano (CD)
  • Tosca – DECCA – Dir. Metha (CD)
  • Trovatore – DECCA – Dir. Mercurio (CD)
  • Simone Boccanegra – RAITRADE –  Dir. C. Abbado (DVD)
  • Adriana Lecouvreur – RAITRADE – Dir. Rizzi Brignoli (DVD)
  • Andrea Chenier – RAITRADE – Dir. Carlo Rizzi (DVD)

read more